Tutto pronto a Castelsaraceno per l’inaugurazione del ponte tibetano più lungo del mondo e dell’ecosistema turistico del borgo cerniera tra i Parchi nazionali del Pollino e dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese. 

Sabato 31 Luglio, alle ore 10:30, si terrà la conferenza stampa per presentare non solo il complesso progetto di ingegneria realizzato ma anche la visione e l’impostazione che si vuole dare al modello di gestione, puntando su approcci innovativi e avanzati di destination management e sviluppo territoriale.

Interverranno Rocco Rosano (Sindaco del Comune di Castelsaraceno), Paolo Borroi (Destination manager), Marco Balducci (Ingegnere capogruppo progettisti ponte tibetano), Giuseppe Bitonte (ATI Geofond srl – Geovertical srl), Franco Clerici (Ingegnere responsabile Usha Martin), Antonio Nicoletti (Direttore APT Basilicata), Domenico Pappaterra (Presidente Parco Nazionale del Pollino), Giuseppe Priore (Commissario Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese), Domenico Tripaldi (Ufficio Progetti speciali Val d’Agri Senisese Regione Basilicata), Francesco Cupparo (Assessore Politiche di Sviluppo, Lavoro e Formazione Regione Basilicata), Vito Bardi (Presidente Regione Basilicata).

Nel pomeriggio alle ore 16:00 è previsto il taglio del nastro, con a seguire una passeggiata sul ponte tibetano riservata alle autorità regionali, provinciali e comunali, ospiti della comunità di Castelsaraceno.

Quattro funi portanti da 35 mm, 2 funi di sicurezza da 20 mm, 1160 gradini in grigliato di acciaio zincato, 5500 metri di cavi in acciaio tra strutture ed ancoraggi, oltre 24000 chilogrammi di acciaio tra gradini, portali di irrigidimento e piastre di ancoraggio, con un potenziale flusso giornaliero di 400 passaggi, l’infrastruttura vanterà il pregio di essere la più lunga al mondo e sarà percorribile a partire dal 1 Agosto. Con i suoi 586 metri di lunghezza, il progetto finanziato dalla Regione Basilicata con fondi del P.O. Val d’Agri, fa parte di un sistema organico e ben strutturato di opere pubbliche pensate per migliorare la fruibilità del territorio. Tecniche raffinate e qualificate si congiungono alle programmazioni politiche regionali, per avviare e consolidare un’autorevole traccia di futuro per la comunità di un Piccolo Comune italiano e la sua area comprensoriale. Il futuro di un territorio che, attraverso il valore aggiunto dato dalle migliori tecnologie e tecniche ingegneristiche, intervalla ponderati e lucidi segmenti di speranza alle statistiche sullo spopolamento dei prossimi anni, progettando coesione sociale attraverso un modello turistico slow&green.

Ulteriori informazioni saranno disponibili sul sito ufficiale dell’ecosistema turistico www.visitcastelsaraceno.info su cui sarà possibile acquistare anche i tickets di ingresso al ponte tibetano.

Segui la diretta sui canali social Visit Castelsaraceno.